OASI WWF Lago di Burano

UBICAZIONE

L’Oasi del Lago di Burano si trova nella Maremma meridionale nel comune di Capalbio, in provincia di Grosseto.
Dista circa 39 km da Alberese.

L’Oasi si estende per 1010 ettari ed è gestita dal wwf. Si tratta di uno stagno costiero sopravissuto ad un antico lago la cui superficie è di 140 ha e la profondità media è di un metro.
Il lago è collegato al mare da un canale parzialmente artificiale che viene aperto a seconda delle esigenze. L’oasi comprende anche 12 km di spiaggia e duna ricoperta da macchia mediterranea.
Punti d’interesse: il lago, il giardino delle farfalle, la flora, la fauna, birdwatching.Il parco offre: percorsi natura attrezzati anche per inabili motori, osservatori e torri di avvistamento, capanni fotografici, giardino delle farfalle, area faunistica della moretta tabaccata, foresteria con uso cucina, centro visite con sala di proiezioni anche in 3 Dimensioni.
Visite guidate, educazione ambientale, ricerca scientifica, sorveglianza, censimenti dell’avifauna, campi di lavoro per adulti.L’Oasi è aperta da settembre ad aprile, visite la domenica alle ore 10.00 e alle 14.30 (ora legale 15.00).
Gruppi e scolaresche tutti i giorni, su prenotazione.
Visite estive su prenotazione. L’ingresso per i soci è gratuito.

Visualizza Oasi wwf Lago di Burano in una mappa di dimensioni maggiori

Per info: +39 0564/898829 – oasiburano@inwind.it

DESCRIZIONE

L’Oasi del Lago di Burano si ammira attraverso un percorso della durata di due ore, alla scoperta del tratto costiero che separa il mare dalla zona umida.
Il percorso in piano è fruibile a tutti ed è lungo circa due km.
Passeggiando sulla lunga spiaggia si andrà alla scoperta di un mondo selvaggio, richiamati dal luccichio dell’acqua che lambisce il bagnasciuga e popolato dal narciso di mare e la santolina.
Durante la visita sarà possibile ammirare la splendida macchia mediterranea che ricopre la zona retrodunale, fatta di cespugli di ginepro coccolone, ginepro fenicio, mirto,fillirea, lentisco e quercia da sughero.

Arrivati al lago prenderà il sopravento la cannuccia di palude e il giglio d’acqua e tante altre specie tipiche delle zone umide.
Cosi come la flora è varia e spettacolare allo stesso modo lo è il mondo degli animali e uccelli selvatici.
Numerosi gli avvistamenti di morette, aironi, fenicotteri; molti rapaci, come il falco di palude, le albanelle, il falco pescatore e il falco lanario. Tra i mammiferi sono presenti l’istrice, il tasso, la volpe, la donnola, la faina e la rara puzzola. Da alcuni anni ormai si riproduce la farfalla monarca, la sfinge testa di morto e la Lelya cenosa, una piccola farfalla notturna il cui bruco si alimenta della canna di palude.
Il Lago di Burano è un altro splendido esempio di come la Maremma sia in grado di offrire paesaggi unici e meravigliosi, nel pieno rispetto dell’ambiente.

COME ARRIVARE

Da Alberese si prende la S.S. Aurelia in direzione Roma e si seguono le indicazioni per Capalbio Scalo, si prosegue prendendo il bivio per Marina di Capalbio al Km 133.

Visualizza il percorso in una mappa di dimensioni maggiori

Tutto quello di cui hai bisogno a Castiglione della Pescaia
P.IVA 01428900532 - Powered by Vulcano s.r.l