ESCURSIONI A CAVALLO IN MAREMMA: TRA PINETA E MARE

Itinerario a cavallo in Maremma: Ponti di Badia – Diaccia Botrona – Pineta del Tombolo – Le Marze

Percorso: Facile
Periodo Consigliato: primaverile – autunnale
Lunghezza: circa 20km

CARATTERISTICHE

Questo itinerario a cavallo da Castiglione della Pescaia è prevalentemente pianeggiante e tocca lateralmente la Riserva Naturale della Diaccia Botrona, la Pineta del Tombolo e il Litorale delle Marze.

Suggerimento: Si consiglia vivamente di munirsi di macchina fotografica per immortalare momenti dove la natura sembra regalare scene paradisiache.
NOTE: durante il percorso potrebbero trovarsi tratti confinanti con alcune proprietà private. Tali proprietà sono ben identificate dai cartelli ed è buona norma non violarne i confini.

DESCRIZIONE

Prendendo la strada provinciale n° 3 Del Padule, si arriva in Località Ponti di Badia e da li comincia il nostro percorso. Attraverso un ponte si giunge alla collinetta che ospita l’Isola Clodia, dove possiamo ammirare i resti dell’antico edificio romano e dell’Abbazia al Fango.

Visualizza Percorso Ponti di Badia-Diaccia Botrona-Pineta-Le Marze in una mappa di dimensioni maggiori

Fascino e storia si fondono in questo luogo animato da leggende che la vogliono ricordare come la collina delle fate.
Si prosegue la visita del padule attraversando strisce di terra che emergono dagli specchi d’acqua, in un continuo riflettersi di colori e forme della natura circostante.
Passeggiando in silenzio stando attenti a non far sentire troppo la nostra presenza, potremmo osservare gli splendidi esemplari di uccelli che popolano l’ambiente umido nei vari periodi dell’anno: i fenicotteri, i cavalieri d’Italia o gli aironi bianchi, tanto per citarne alcuni, e lasciarci così trasportare dalla quiete che accompagna questo posto.
Giunti alla località “il Cristo” si attraversa la strada in corrispondenza di Fiumara, un canale che attraversa la Pineta del Tombolo fino alla spiaggia e che ci permette di continuare ad osservare uno splendido esempio di ambiente umido.
Ci addentriamo poi, nella Pineta del Tombolo, con la sua ricca vegetazione fatta di pini domestici e marittimi e di un folto sottobosco formato da specie di macchia mediterranea come il leccio, la roverella e la sughera. Con un po’ di fortuna è possibile scorgere animali curiosi che abitano questa pineta come la volpe, l’istrice, lo scoiattolo comune e il tasso, che frequenta soprattutto la zona interna dell’area.
Abbandonando la pineta è consigliato spostarsi verso la spiaggia, dove incontriamo delle dune suggestive ricoperte da una vegetazione che in primavera fiorisce regalando un tocco di colore inaspettato.
Si percorre tutta la spiaggia, stando attenti a conservare nella memoria ogni dettaglio di quell’azzurro del mare che si unisce alla spiaggia dorata attraverso la spuma delle piccole onde che si infrangono nella battigia.
Giunti ormai a Castiglione della Pescaia si attraversa il ponte Giorgini e si prende la via del ritorno costeggiando l’argine del fiume Bruna fino a Ponti di Badia, certi di aver vissuto un’esperienza entusiasmante e memorabile.
TREKKING A CAVALLO
Tutto quello di cui hai bisogno a Castiglione della Pescaia
P.IVA 01428900532 - Powered by Vulcano s.r.l